8 GENNAIO 2024

Cucine domotiche

Il termine domotico è un neologismo che nasce dalla combinazione di “domus” (in latino abitazione, dimora) con “automatico” (l’insieme di tecnologie che consentono la gestione autonoma di particolari funzioni). La domotica pertanto è una disciplina contemporanea che unisce diverse competenze con applicazioni specifiche, volte all’automazione di funzioni domestiche. Le cucine domotiche rappresentano una delle più innovative soluzioni tecnologiche per gestire comportamenti domestici contemporanei, soprattutto legati alla multifunzionalità dell’ambiente cucina che sempre più si attesta come centro nevralgico di tutte le attività della casa. Le cucine domotiche sono capaci di assecondare la trasformazione dei moderni stili di vita grazie a interventi che coniugano automazioni cinematiche con il design. Per ottenere questo vengono adottate soluzioni tecnologiche intelligenti che si integrano negli elementi della cucina: meccanica, elettronica e hi-tech si fondono dando vita a progetti di home automation a misura d’uomo.

TM Italia | Dettaglio cucina intelligente con piano di lavoro in acciaio inox

Cucine domotiche: le caratteristiche

Le cucine domotiche consentono agli utenti di gestire attraverso interfacce differenti tutta una serie di servizi tramite opportuni dispositivi connessi ad una rete domestica o internet. Le tecnologie integrate possono essere differenti: tecnologie proprietarie dei vari produttori di elettrodomestici intelligenti, che connettendosi alla rete possono abilitare varie funzionalità evolute; tecnologie di automazione di elementi architetturali, come tapparelle, illuminazione o termoregolatori, con cui è possibile gestire tutte le variabili ambientali; tecnologie integrate nel mobilio, che consentono di gestire movimentazioni e trasformazioni cinematiche o integrare funzionalità evolute come ricariche o diffusioni audio.

Tutte le dotazioni dello spazio domestico dovrebbero poi connettersi con una interfaccia unica di home automation per la gestione di tutte le funzioni automatiche della casa. Per questo è importante la compatibilità delle tecnologie con le interfacce più diffuse, oltre che la gestione dell’intero progetto domotico da professionisti che possono progettare gli impianti e le varie funzioni intelligenti in modo integrato.

Tuttavia le varie tecnologie possono coesistere anche in modo isolato, attingendo ognuna alla propria interfaccia, a scapito della semplicità ed immediatezza d’uso da parte dell’utente.

 

 

TM Italia | Piano di lavoro attrezzato

Internet of things

La presenza di elettrodomestici connessi alla rete Wi-Fi può abilitare funzioni evolute previste dalle varie case madri e può abilitare il controllo remoto attraverso un’applicazione mobile o un assistente vocale. Questo permette ad esempio di accendere e spegnere gli elettrodomestici a distanza, programmarne l’accensione o lo spegnimento, impostare la temperatura del forno o del frigorifero o regolare la potenza della cappa aspirante, monitorare i carichi energetici ed ottimizzare i consumi. Internet of things, ovvero dispositivi domestici interconnessi tramite la rete Internet, consente un approccio evoluto alla progettazione di ambienti cucina.

Grazie a queste tecnologie intelligenti i dispositivi compatibili possono essere anche in grado di comunicare tra di loro, raccogliere dati ambientali e di utilizzo e agire in base alle informazioni ricevute, ottimizzare la manutenzione e prevenire guasti, gestire assistenze e prolungare il ciclo di vita delle apparecchiature.

Inoltre alcune case produttrici consentono funzionalità evolute che migliorano la gestione delle attività di routine nella vita domestica: ad esempio è possibile collegare il frigorifero alla lista della spesa digitale, in modo che vengano aggiunti automaticamente gli alimenti che si stanno esaurendo e evitare così lo spreco alimentare. 

 

Due scatti di cucine domotiche

Impianti intelligenti

In origine le applicazioni domotiche nascevano proprio per la programmazione automatica di impianti domestici, come l’apertura e chiusura delle tapparelle, il controllo localizzato del riscaldamento o refrigerazione, il controllo automatizzato dell’illuminazione interna ed esterna. Attraverso una sistema di controllo centrale è possibile personalizzare degli scenari domestici preconfigurati in base agli stili di vita individuali, affinchè i vari ambienti dell’abitazione si configurino automaticamente per offrire il massimo grado di comfort durante le diverse fasi della giornata.

Inoltre l’installazione di apposita sensoristica (come ad esempio rilevatori di movimento) consente di adattare gli scenari domestici in base al puntuale utilizzo degli ambienti, oltre alla normale programmazione periodica.

Nell’ambiente cucina possono essere automatizzati anche impianti per la gestione dell’acqua. Ad esempio, i miscelatori intelligenti possono regolare automaticamente la temperatura e il flusso dell’acqua in base alle preferenze dell’utente. Alcuni modelli possono anche erogare acqua calda istantanea o controllare il livello dell’acqua nel lavandino per evitare allagamenti.

I sistemi di aspirazione e ventilazione automatizzati sono un altro meccanismo che può essere implementato nelle cucine. Questi sistemi possono rilevare automaticamente la presenza di fumi, odori o umidità e attivare la cappa aspirante o il sistema di ventilazione per mantenere un ambiente cucina salubre e privo di cattivi odori.

 

 

meccanismo scorrevole in domotica

Cinematiche domotiche in ambiente cucina

I sistemi di apertura e chiusura automatica delle ante e dei cassetti sono uno dei sistemi di automazione nelle cucine domotiche. Questi sistemi utilizzano sensori o comandi elettronici per aprire e chiudere le ante e i cassetti senza bisogno di toccarli fisicamente oppure semplicemente esercitando un lieve tocco per azionare la apertura elettro-assistita che funziona attraverso l’uso di motori elettrici o pistoni idraulici che forniscono la forza necessaria per spingere o tirare il cassetto in modo automatico.

Un pulsante o un interruttore può essere utilizzato per attivare il meccanismo e far sì che il cassetto si apra o si chiuda in modo fluido e controllato. Questo consente anche di attivare controlli di sicurezza che bloccano le aperture in presenza di bambini o estranei, impedendo l’accesso ai vani. L’apertura elettro-assistita di cassetti e cestoni può essere integrata con altri sistemi domotici o meccanismi automatizzati nella cucina come ad esempio l’azione combinata di apertura ed illuminazione degli interni di cassetti, dispense o vetrine.

Le aperture possono essere dotate anche di sensoristica evoluta che si attiva con impulsi sonori anzichè tattili, in modo da consentire le aperture anche quando entrambe le mani sono occupate ad esempio per il trasporto di oggetti nelle fasi di preparazione dei cibi.

I piani scorrevoli automatizzati rappresentano una soluzione innovativa per ottimizzare lo spazio e migliorare l’efficienza nelle cucine domotiche, in grado di trasformarsi in base alle mutevoli necessità poliedriche dell’ambiente durante le varie fasi della giornata.

Possono essere quindi meccanizzati piani scorrevoli che svelano o nascondono elettrodomestici, che coprono il lavello, che estraggono piani conviviali al bisogno, che trasformano in generale la geometria dei mobili per accogliere funzioni integrate.

Questi sistemi possono essere controllati in omopresenza tramite comandi elettronici come i pulsanti, da remoto tramite un telecomando o tramite  l’applicazione su smartphone, che reagisce a impulsi tattili o vocali.

Il sistema può essere collegato anche ai sistemi di home automation gestiti tramite i comandi vocali. Oltre all’ottimizzazione dello spazio e alla facilità d’uso, i piani scorrevoli automatizzati generano uno stupore quasi magico negli osservatori, rendendo lo spazio coinvolgente e affascinante.

Questi meccanismi sono realizzati con materiali di alta qualità e possono essere personalizzati in base allo stile e al design della cucina. Ciò si traduce in una cucina moderna e sofisticata, in cui ogni dettaglio è curato con attenzione.

Cucine con domotica

Le cinematiche possono essere applicate anche su altri elementi, come ad esempio dispense estraibili da piano, elettrodomestici ad estrazione verticale come cappe, forni, macchine da caffè o cantine vini. Questo consente di alternare un’estetica monolitica nei momenti di convivio (un ambiente elegante e sempre in ordine) ad un allestimento operativo pienamente funzionale (con tutte le attrezzature in funzione a portata di mano).

Tutti questi meccanismi possono essere applicati anche sulle cucine in pietra grazie al know-how aziendale e alla tecnologia utilizzata che è in grado di movimentare anche pesi importanti con grande leggerezza. L’abbinamento di smart technology e materiali naturali pregiati rappresenta il massimo della sofisticazione, ricercata dal pubblico internazionale più esigente.

TM Italia | Schema Petra

Oltre 15 anni di sperimentazioni domotiche in cucina

TM Italia ha realizzato la prima cucina in pietra integrata con elementi domotici nel 2008.

La cucina Petra presenta un’isola in travertino realizzata con una stratificazione di materiali che garantiscono leggerezza e solidità.‎  Le ante in travertino sono realizzate con la tecnologia aeronautica che prevede l’impiego dell’alveolare di alluminio per consentire leggerezza e solidità strutturale, aumentando la longevità dei collegamenti mobili. In pochi secondi il monolite si trasforma in un sistema articolato dotato di forno girevole, televisore, e piano di lavoro scorrevole che svela il lavello con rubinetteria estraibile e il piano di cottura a induzione.‎

Tutti i cassetti hanno apertura elettroassistita ed illuminazione interna a led.‎ Le ante delle colonne in metallo Corten sono elettrificate e controllate a distanza da un telecomando.‎

la cucina ecosostenibile in domotica - Oreadi

Oreadi è un esempio di design sostenibile, dove l’eco-innovazione delle soluzioni tecniche si coniuga con un’elevata qualità estetica e con la ricerca di nuovi stili di vita più sostenibili in cucina.

Oltre ad essere realizzata con materiali ecologici e riciclabili, l’arredo è dotato di un innovativo sistema di lettura delle acque, collegato sotto al lavello: le acque bianche vengono convogliate in un serbatoio che provvederà all’irrigazione dell’area verde e dello zeerpot, un contenitore in terracotta che permette il refrigeramento naturale sfruttando l’evaporazione dell’area verde; le acque contaminate con agenti chimici come saponi o detergenti defluiscono invece nel normale scarico delle acque nere.

Queste applicazioni intelligenti consentono di ottimizzare i consumi idrici e rappresentano un ottimo esempio di applicazione responsabile della tecnologia per produrre vantaggi ambientali.

Schema della cucina automatizzata FX Carbon

FX Carbon, sviluppata nel 2012 rappresentava all’epoca una visione futuribile dello scenario domestico, all’insegna delle relazioni, del multitasking, della tecnologia smart: l’internet delle cose nei programmi di ricerca del TM Italia da oltre un decennio.

Un concentrato di tecnologia applicata che trasforma la preparazione dei cibi in una esperienza unica. La grande consolle integra al sistema di aspirazione uno schermo touch, che permette di controllare ogni elemento della cucina oltre che l’accesso a vari device tecnologici.

La consolle consente l’accesso a Internet, posta elettronica, bluetooth, tv, game consolle, media center, controlli a distanza, dispositivi di sicurezza per bambini, sistemi di controllo domotico della cucina e dell’abitazione. L’isola è attrezzata con lavello estraibile con controllo automatizzato, cassetti e cassettoni dotati di apertura elettroassistita.

Le colonne interamente sospese da terra sono allestite con vani contenitori ad apertura elettroassistita, dispensa verticale retroilluminata con apertura automatica e batteria di elettrodomestici a scomparsa. I sistemi di apertura delle armadiature sono elettropneumatici.

Petra, Oreadi e FX Carbon sono solo alcuni frutti della ricerca che viene svolta quotidianamente in TM Italia. Questi concept sono raccolti nella collezione LAB che rappresenta un bagaglio di conoscenza ed una cultura metodologica che l’azienda trasferisce verticalmente su ogni progetto cucina.

Particolari di Cucina con isola e tavolo con domotica, design Avignon

Avignon, progettata nel 2022, rispecchia la filosofia di TM Italia nel coniugare dettagli di alto artigianato con un approccio progettuale evoluto, che propone integrazioni tecnologiche e nuovi scenari d’uso a cui lo spazio cucina è chiamato a rispondere. Un concentrato di tecnologia invisibile abilita differenti funzioni attraverso controlli remoti o interfacce domotiche a controllo vocale.

L’isola ospita due volumi nascosti che fuoriescono dal piano a comando: uno contiene un monitor che può ruotare fronte tavolo o fronte isola, l’altro collocato accanto al piano cottura è studiato per riporre un’ampia libreria di spezie e utensili da cucina. Il tavolo è allestito con elementi funzionali diventando, alternativamente o contemporaneamente, luogo di aggregazione e convivialità, di lavoro, di gioco e di entertainment.

Una dotazione HomeOffice consente di riporre portatile, mouse, tastiera, taccuini, penne oltre ad essere equipaggiato con prese e porte USB; un contenitore PlayGround ha alloggiamento per consolle, tablet, attrezzatura da disegno; un saliscendi Convivio contiene accessori per cocktail, bicchieri e bottiglie.